Andare in bicicletta fa dimagrire

Alla domanda andare in bicicletta fa dimagrire, dovremmo rispondere in modo molto approfondito. Questo perchè i parametri da valutare sono piuttosto ampi.

Molto spesso – soprattutto chi è alle prime armi – tende a chiedersi, non solo quanto bisogna pedalare per poter dimagrire, ma soprattutto quanti chilometri a settimana bisogna percorrere per ottenere dei risultati evidenti e soddisfacenti. 

Andare in bicicletta fa dimagrire: quanto si brucia?

Andare in bicicletta non solo fa dimagrire, ma apporta moltissimi benefici sia all’organismo che all’umore, in quanto si tratta di un’attività estremamente stimolante e molto divertente.

Come tutti gli sport – anche il ciclismo – per poter dimagrire, non basta pedalare ma è indispensabile che venga praticato con una certa costanza, organizzando nel modo migliore possibile tutte le uscite così da avere un quadro preciso del tuo deficit calorico. 

Per poter perdere peso in bicicletta, non basta tenere in considerazione la frequenza con la quale usciamo, ma ci sono una serie di fattori come:

  • Lo stile di vita e la forma corporea con la quale si inizia;
  • Adottare delle buone abitudini, in modo particolare a tavola, ad esempio seguendo la dieta del ciclista e assumere degli integratori ad HOC.

Secondo uno studio condotto dalla Harvard Health, una persona dal peso di 60 Kg brucia circa 240 calorie ogni 30 minuti, mentre una persona dal peso corporeo di 80 Kg ne arriva a bruciare fino a 350

Quindi, se ti stessi chiedendo quanti minuti di bicicletta al giorno bisogna fare per dimagrire, devi tenere in considerazione che se sei alle prime armi puoi iniziare con delle uscite da 20 minuti a giorni alterni, praticando almeno 5 minuti di riscaldamento iniziale.

Bicicletta: i benefici per pancia e cosce

Se non sei molto amante dello sport ma vuoi rimetterti in forma senza annoiarti, la bicicletta potrebbe essere un’ottima alternativa in quanto non solo ti aiuta a dimagrire, ma è anche divertente e stimolante.

Alcuni studi hanno dimostrato che dopo circa 2 settimane di allenamento in bici, la capacità di bruciare i grassi da parte di tutti coloro che praticano questo sport, aumenta notevolmente. 

Anche se all’apparenza non sembra, andare in bicicletta fa dimagrire la pancia in quanto i muscoli dell’addome – durante l’allenamento in bici – vengono continuamente sollecitati. 

Molto spesso, si pensa erroneamente, che con una semplice pedalata non sia possibile fare uscire gli addominali, invece sarebbe bene ricredersi in quanto in quanto i muscoli addominali essendo coinvolti nello sforzo, restano contratti per tutto il tempo in cui siamo in sella. 

Quindi se hai come obiettivo, quello di ridurre il punto vita – mentre pedali – concentrati sugli addominali tenendoli contratti il più possibile.

Non solo la pancia , ma andare in bicicletta fa dimagrire anche le cosce. Uno dei motivi per la quale – soprattutto le donne – evitano la bici è la paura che il volume dei polpacci aumenti a dismisura.

In realtà non c’è idea più sbagliata in quanto andare in bici non solo fa dimagrire le cosce, ma accentua i muscoli tonificandoli e modellando – in modo particolare – le gambe, senza che il volume di tutte le zone coinvolte aumenti. 

I muscoli delle gambe con la pedalata si rafforzano e le cosce appaiono più snelle e modellate

Per quanto riguarda l’allenamento con la bici i risultati dipendono moltissimo anche dal modello scelto. Ad esempio la mountain bike è adatta a tutti coloro che vogliono mettersi alla prova con un esercizio fisico più intenso, invece la bici da passeggio risulta molto più adatta per coloro che sono alle prime armi. 

Altri fattori che devi tenere in considerazione sono, non solo il tempo passato in sella ma anche i chilometri percorsi il tutto proporzionato al proprio peso. 

Come ogni sport, anche per la bici, vale la regola secondo la quale per ottenere dei benefici sul fisico si deve iniziare con una bassa intensità cardiaca  ma per un tempo più prolungato. 

Se ti stessi ancora chiedendo se andare in bici fa dimagrire, per ottenere dei risultati duraturi nel tempo è sempre meglio iniziare con una sessione di bicicletta più lunga ma più blanda in quanto un forte sprint iniziale non porta quasi mai a degli ottimi risultati, ma molto probabilmente ti spingerebbe ad abbandonare l’allenamento. 

Solo dopo aver valutato attentamente la situazione iniziale del tuo fisico, avvalendoti anche dell’aiuto di un professionista potrai valutare quale è la strada migliore per te.

Lascia un commento