logotype

Rocambolesco: Specialized Langster a Milano
Lunedì 05 Settembre 2011 18:27

Sparisce una Specialized Langster bianca a Milano appena dietro il campus del Politecnico (sede Leonardo), zona nota sia per la massiccia presenza di ciclisti universitari che per questo tipo di furti. Il sabato mattina successivo alla scomparsa del mezzo il proprietario, la ragazza e due amici partono alla volta del mercatino di Senigallia (zona porta Genova, a Milano): nutrono ben poche speranze e lo stesso proprietario dichiara: Il ladro dovrebbe proprio essere uno scemo per rubarla venerd pomeriggio e rivenderla sabato mattina.

specialized langster bianca



Dopo un primo giro attorno alla fermata della metro (ritrovo di numerosi ricettatori) e un lungo giro allinterno del mercato dove, anche l, di ricettatori se ne vedono diversi, uno dei quattro decide di tornare a fare un giro di ricognizione allesterno, essendo lunico in bici, mentre i tre amici restano sconsolati a guardar bancarelle.

Ritornato quindi alla fermata della metro (angolo tra via Casale e via Valenza), la vede. In mezzo a 7/8 altri ricettatori ce n uno, nordafricano, sulla 40ina, giacca verde, che regge il Langster.

Preso dal panico, non sa bene come agire. Loro sono tanti, sicuramente non si conoscono tutti, ma chi pu immaginare cosa succederebbe nel momento in cui uno di loro si trovasse in difficolt?
Neanche il tempo di chiamare gli amici rimasti allinterno del mercato e il nostro eroe vede a 50 metri due ghisa: corre da loro a bordo della sua scassona, in un attimo spiega loro la situazione e si propone di tirare in mezzo il ricettatore chiedendogli il prezzo e contrattando un po, mentre loro lavrebbero raggiunto alle spalle per coglierlo con le mani nel sacco.

Cos torna di nuovo verso la fermata della metro, appoggia la sua scassona ad un palo, prende il Krypto NY in mano (perch nella vita non si sa mai) e si dirige verso il ladro.

A quel punto non sa bene cosa sia successo ma il ladro deve essersi sentito accerchiato o forse aveva visto in lontananza il nostro eroe parlare con i ghisa.
Tant che mentre il nostro eroe si avvicina con indifferenza al ricettatore questo schizza sulla bici rubata e inizia a pedalare lungo via Casale, direzione Naviglio.

Che fare? I colleghi ricettatori sono ancora tutti l e i "ghisa" ancora lontani, se la stanno prendendo troppo comoda e nemmeno adesso stanno aumentando il passo.
Il nostro eroe pensa che non si perdonerebbe mai di averla lasciata andare senza provarci.
un attimo, si mette a correre e blocca il ladro, chiudendogli la ruota anteriore tra gambe, quindi lo prende per la giacca e lo butta gi di peso dal mezzo, insultandolo e brandendo il Krypto: tutto questo sotto gli occhi della Polizia Locale ancora ad una trentina di metri di distanza.
Il tipo si scusa terrorizzato ma non smette di dimenarsi. Con una mano il nostro eroe tiene la bici, con laltra un pezzo della giacca del malvivente che in un attimo si divincola e corre via verso via Casale, direzione naviglio.
Il nostro eroe si gira verso i ghisa e vede uno dei due che, ancora dannatamente lontano, fa un accenno di scatto salvo fermarsi al terzo passo di corsa.
Una volta raggiunto si complimenta con il nostro eroe, non dopo essersi giustificato con un Eh, tanto uno cos sai quante ne ruba? (o una frase simile).

Il nostro eroe non riesce ad insultarlo, ha recuperato la bici e non si preso neanche una coltellata, per oggi basta cos.

Tra laltro il ghisa non chiede neanche la denuncia n niente (che leroe non aveva perch ce laveva il proprietario ancora a zonzo per il mercato) e viste le recenti storie di recuperi che ha letto in rete decide che va bene cos.

Da segnalare: la bici stata sistemata, freni registrati, bulloni delle ruote stretti e catena oliata a dovere anche se non adeguatamente tirata! Tutto ci fa pensare a un 'pesce grosso'..

 

Aggiungi commento

Il commento sar pubblicato solo dopo una verifica automatica dell'indirizzo email. Se non fosse pubblicato entro 24h contattaci.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cliccando su Invia dichiaro di accettare e di aver preso visione della seguente informativa sulla privacy.